Quanti di voi sono stati solleticati dall’idea di sostituire l’HD del proprio portatile con un nuovo e fiammante SSD? Beh, penso molti ma scommetto anche che siate stati frenati dal costo non indifferente che vi costringerebbe a prenderne uno da massimo 120-240 GB…

Beh, vi capisco… è un ragionamento che ho fatto anch’io.

Ma…

Per voi oggi ho una specie di soluzione, una che gli inglesi chiamerebbero “workaround”… Una soluzione temporanea fino a che non si potrà risolvere definitivamente il problema che, tradotto, vuol dire: quando scendereanno i prezzi degli SSD.

Considerazioni Iniziali

Quest’operazione è possibile su quasi la totalità dei portatili (non azzardo a dire il 100%). Dovrete rinunciare alla vostra unità ottica (lettore/masterizzatore CD/DVD-RW) che andrà rimossa e sostituita con un apposito adattatore il quale vi consentirà l’installazione del secondo Hard Disk o SSD al suo posto.

L’operazione di per sè non è per niente complessa ma si potrebbero incontrare incompatibilità hardware-software (i driver SATA Intel, nel mio caso, non sono in grado di ripristinare dallo StandBy il computer se l’SSD con il sistema operativo è installato al posto del lettore CD).

Prima di cominciare

1) Esistono due misure per le unità ottiche:

  • Slim da 12,7 mm di altezza
  • UltraSlim da 9,5 mm di altezza

È fondamentale conoscere a quale di queste due appartenga la propria unità ottica per poter acquistare l’adattatore corretto.

2) È consigliabile installare il sistema operativo nel primo HD, quello che si trova nella posizione voluta dal produttore del vostro portatile. Alcune limitazioni del BIOS non permettono di far partire il sistema operativo dall’HD montato tramite adattatore al posto dell’unità ottica.

L’adattatore

Di adattatori su internet (Amazon, Ebay e altri siti di elettronica) se ne trovano di tutte le marche. Io, ho potuto toccare con mano soltanto quelli della SilverStone (li trovate nella sezione Storage Devices -> Optical Devices) e ne sono rimasto davvero soddisfatto. Come dicevo potrete trovarli di due misure diverse.

Per quanto riguarda quello Slim da 12,7 mm potete buttarvi sul modello TS06 (€34): oltre a fornirvi l’adattatore per installare l’HD nel portatile vi dà un box esterno con un attacco SATA Slim (come quello delle unità ottiche) e una porta USB. Potrete montarvi al suo interno l’unità ottica o il bay con l’Hard Disk; avreste così la duplice possibilità di installarvi al suo interno l’unità ottica rimossa dal portatile nel caso vi serva o l’hard disk con il relativo adattatore per poterli usare tramite USB.
Nella confezione è presente tutto l’occorrente: Viti, Box e Mascherina per l’adattatore.

Slideshow:
Fullscreen:

Per quanto riguarda quello Ultraslim da 9,5 mm potete buttarvi sul modello TS08 (€20). Questo, però, non è fornito di Box esterno per la vostra unità ottica. Ha però la possibilità di essere usato in tutti quei portatili che hanno unità ottiche slot-in, ovvero quelle unità senza carrello prodotte per la maggior parte da Pioneer e che si trovano in tutti gli Apple MacBook.

Slideshow:
Fullscreen:

Il montaggio

Le operazioni seguenti saranno diverse per ogni portatile ma, come sempre, varranno alcuni principi base che vi illustrerò. (Le foto riguardano un Acer TimelineX 4830TG)

1. Per prima cosa c’è da rimuovere l’unità ottica del proprio portatile. Solitamente c’è una sola vite sulla base del portatile (ma può essercene anche un’altra vicino l’apertura dell’unità ottica)

Acer 4830TG - unità ottica

L’unità ottica dell’Acer 4830TG è 9,5 mm

Acer 4830TG - Unità Ottica - 2

Acer 4830TG - Removing Optical Unit

2. Come seconda cosa, bisogna rimuovere il gancio metallico dall’unità ottica, che dovrà essere rimontato sull’adattatore. Basta svitare e conservare le due viti che si vedono.
MI RACCOMANDO: ricordate il verso in cui era montato, un montaggio non corretto potrebbe danneggiare la vostra scheda madre nel momento in cui andrete a reinserirlo.

Gancio Metallico unità ottica

3. Rimozione Mascherina: tutte le unità ottiche hanno una piccola apertura in cui inserire uno spillo. Serve per aprire il carrello a computer spento. È fondamentale per poter vedere i ganci che tengono ferma la mascherina; si tratta solo di parti ad incastro senza nessuna vite. Vi metto le foto della mia unità da 9,5 mm; unità slim e ultraslim hanno ganci posizionati in punti diversi.

Slideshow:
Fullscreen:

4. A questo punto non resta che prendere il nostro nuovo Hard Disk e montarlo nell’adattatore.
Nella confezione degli adattatori prodotti da SilverStone sono incluse anche le quattro viti laterali necessarie a fissare l’Hard Disk. Una volta inserito bisognerà montare il gancio metallico per poter fissare l’adattatore al portatile e, per ultimo, andrà montata la mascherina.

PROBLEMA con il TS08

Così com’è, la mascherina non può essere montata. Come dicevo, il nostro adattatore è fatto per poter essere utilizzato anche con Apple Macbook e le unità slot-in. Queste hanno un diverso tipo di montaggio: hanno due viti che servono a fissare l’unità correttamente all’interno del portatile. Così per poter montare la mascherina nel mio Acer ho letteralmente segato la plastica dove andavano inserite queste viti. Dopo quest’operazione è stato possibile montare la mascherina e rimontare l’unità nel portatile.

Slideshow:
Fullscreen:

Consigli

Sulla scelta dell’Hard Disk…

I produttori, solitamente, sono molto attenti nello scegliere dove allocare l’Hard Disk all’interno del portatile. Questo deve essere posto dove la scocca è molto resistente per evitare rotture accidentali e perdita di dati. In più, molto spesso, vengono aggiunte parti in silicone o in gomma che servono ad assorbire le vibrazioni prodotte dagli hard disk meccanici.
Quindi, io vi consiglierei di montare l’hard disk meccanico qui.
Ma i problemi che vi anticipavo all’inizio (di compatibilità o di avvio del sistema operativo) non permettono sempre di farlo, visto che noi vorremmo mettere il Sistema Operativo sul disco SSD e quindi nell’alloggiamento dell’unità ottica.
Allora potrete essere costretti a montare l’Hard Disk meccanico nell’alloggiamento dell’unità ottica con l’adattatore. Diventa, perciò, importante scegliere l’opportuno Hard Disk, soprattutto se il vostro portatile non è di ottima fattura, con la scocca sensibile alla pressione, poco resistente e cose di questo tipo.

Consiglio vivamente di usare Hard Disk a basso profilo. Sono Hard Disk a singolo piatto: più leggeri, più silenziosi, che consumano meno corrente e che sono alti solamente 7 mm a differenza dei canonici 9,5 mm. Questo perché gli Hard Disk meccanici sono estremamente sensibili alla pressione e, visto che solitamente le unità ottiche si trovano proprio sotto la tastiera, se quest’ultima si piega per via della plastica utilizzata nel portatile, molto facilmente finiremmo col danneggiare l’HD.
Usando Hard Disk più bassi ci permetterà di garantire una certa distanza di sicurezza tra scocca e Hard Disk.

Questo limita la scelta a pochi modelli di massimo 500 GB (al momento in cui scrivo l’articolo).

  • Western Digital WD5000LPVT
  • Seagate Momentus Thin
  • Toshiba MQ01ABF050
  • Hitachi Z5K500(5400 rpm) e Z7K500 (7200 rpm)

Sul problema della compatibilità e dell’avvio del Sistema operativo…

Ma se volessimo usare un Hard Disk da 1 Terabyte che è per forza da 9,5 mm?

È vero. I BIOS delle schede madri dei portatili molto spesso non danno la possibilità di avviare il sistema operativo da un Hard Disk collegato al posto dell’unità ottica. Questo, però, è un problema facilmente risolvibile.
Se usate un sistema operativo Windows basterà inserire il CD o DVD originale e fare il ripristino del Boot Loader e del Master Boot Record; verrà così riscritto il MBR sul disco montato nell’alloggiamento “standard” dove verrà indicato che il sistema operativo si trova sull’Hard Disk montato nell’adattatore.
Se usate un sistema operativo Linux, stessa cosa…

Ma i problemi non finiscono qui!

Con un sistema operativo Windows (nel mio caso Windows 7) e chipset Intel (ho un core Sandy Bridge) avrete sicuramente installati i driver AHCI per gestire gli hard disk SATA. Bene… anzi, male.

L’ibernazione e lo standby non funzioneranno più. O meglio, il computer riuscirà ad andarci ma al successivo ripristino, dopo aver inserito la password, il sistema starà in attesa per 30 secondi prima di mostrarvi la classica schermata blu BSOD.

Indagando un po’ sull’errore ho visto che era dovuto ai driver AHCI. Allora ho provato a disinstallarli, ad aggiornarli… Niente… Cercando tra i vari aggiornamenti di intel ho notato che uno dei problemi più ricorrenti che si cercava di risolvere era dovuto all’Hot Swap, ovvero quella funzionalità che permette di inserire a caldo (a computer acceso) periferiche SATA. Nel nostro caso si tratta dell’Hard Disk montato tramite adattatore al posto dell’unità ottica. Questa funzionalità nelle schede madri per desktop può essere abilitata/disabilitata. Nella stragande maggioranza dei portatili no.
Quindi, o mettete SSD come disco primario e Hard Disk Meccanico al posto dell’unità ottica seguendo i consigli precedenti  (e quindi limitando la capacità a 500 GB) oppure sperate in una grande fortuna…

Alcuni produttori hanno la funzionalità abilitata e quindi il problema non si pone.

Altri come il mio Acer TimelineX no. E quindi non si potrebbe risolvere il problema. Punto e a capo….
Oppure…
Oppure su internet si trova il BIOS modificato con abilitate tutte quelle funzioni nascoste normalmente. Tra cui l’Hot Swap.
È bastato abilitarla per risolvere il problema una volta per tutte.

L’unità Ottica Esterna

Beh, se avete comprato il TS06 potete anche farvi la vostra unità ottica esterna. Io ho comprato un masterizzatore Blu Ray Samsung in versione bulk (senza niente, senza confezioni, cd, cavi…) e tramite il Box lo uso come masterizzatore/lettore esterno risparmiando circa € 20 rispetto alla classica versione esterna.

Samsung Blu Ray

Samsung Blu Ray - 2

Samsung Blu Ray - SilverStone TS06



  1. Ash (Rispondi) il 20 agosto, 2016

    Interessante. Ho già sostituito hard disk con ssd,forse ora lo riciclo al posto dell’unità ottica (che oggigiorno serve davvero a poco o niente).

  2. Dario (Rispondi) il 27 maggio, 2016

    Ciao, ho letto molto attentamente la tua guida e ho fatto varie ricerche ma non ne riesco a venire a capo, ho un HP 250 G3.
    Purtroppo pur avendo smontato il pc, preso modello della scheda madre e fatto varie ricerche non sono riuscito a capire se la mia scheda madre leggerebbe un ssd montato al posto dell’unitàà ottica come hd primario.
    Quindi mi sono convinto a fare il contrario, ciò a montare l’hdd da 500gb installato ora come hd primario al posto dell’unità ottica e l’ssd al posto del hdd.
    Volevo qualche consiglio sull’adattatore per unità ottiche.. Cosa mi consigli?

  3. stefano (Rispondi) il 16 novembre, 2014

    una domanda dove misuro le dimensioni del mio dvd?

    se misuro lo sportellino davanti mi da 12.7 se misuro la sola parte metalica il cassettino mi da 9.5

    • erkinson (Rispondi) il 21 novembre, 2014

      Una volta che l’hai smontato, da chiuso, misura solo la parte metallica.

  4. enrico (Rispondi) il 3 settembre, 2014

    Ciao,
    tutorial molto completo, ma sembra che io abbia un problema:

    dopo aver installato su hp dv6 il TS06 non mi viene rilevato dal portatile.

    cosa posso fare oltre a controllare i collegamenti interni????

    grazie


*